informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Studiare a memoria? Ecco i passaggi per NON farlo

Commenti disabilitati su Studiare a memoria? Ecco i passaggi per NON farlo Studiare a Pisa

Studiare a memoria è un’abitudine piuttosto comune, generata dalla convinzione che l’apprendimento mnemonico consente di risparmiare tempo ed energie.

Sull’argomento i pareri sono discordanti; c’è chi sostiene l’importanza di imparare a memoria e chi invece demonizza il metodo.
Studi e dati statistici hanno dimostrato la validità di entrambe le metodologie, anche se bisogna sottolineare che esistono situazioni in cui è utile memorizzare, altre in cui risulta più performante l’apprendimento ragionato. In ogni caso l’una non presciNde dall’altra.

Con l’avvento delle nuove tecnologie il ruolo della ‘memoria umana’ è stato notevolmente ridimensionato. La disponibilità dei contenuti digitali consente di ridurre notevolmente il lavoro di memorizzazione.
La memoria più utilizzata oggi è quella digitale!

Come evitare lo studio a memoria

Lo studio universitario, volente o nolente, deve necessariamente tendere al ragionamento.

I corsi di laurea e post-laurea sono percorsi di studio che rientrano in un livello di formazione ‘avanzata’, finalizzata a fornire gli strumenti e le competenze per accedere al mondo del lavoro; ecco perché lo studente universitario deve impostare il proprio apprendimento sul ragionamento.

Imparare a memoria significa ricordare concetti e informazioni, ma non significa necessariamente  comprenderli.
Per assimilarli bisogna essere in grado di rielaborarli, per cui è necessario il ragionamento.

Di seguito l’università telematica Niccolò Cusano di Pisa ha raccolto alcuni consigli che consentono di evitare lo studio a memoria.

Pianificazione e metodo

Così come accennato nel corso della premessa, studiare a memoria fornisce una falsa percezione di preparazione. Purtroppo nella maggior parte dei casi, studiare a memoria non significa davvero imparare.

Dal momento che il tempo è la motivazione per la quale si tende a memorizzare piuttosto che comprendere è importante pianificare dettagliatamente, realisticamente e in maniera produttiva la preparazione di ogni singolo esame.

La gestione delle tempistiche deve essere produttiva, ovvero bisogna suddividere gli argomenti del programma per i giorni disponibili fino alla data dell’esame.
In tal modo sarà possibile evitare le maratone di studio, che inevitabilmente si basano sulla memorizzazione selvaggia.

Il consiglio è quello di utilizzare un planning, cartaceo o digitale, sul quale appuntare giorno per giorno i capitoli da studiare, lasciando un margine di tempo disponibile per eventuali imprevisti e ritardi.

Una delle tecniche più efficaci per rendere produttivo l’apprendimento sia in termini di qualità che di ottimizzaione dei tempi è la tecnica del pomodoro, basata su mini-sessioni di studio da 25 minuti ciascuna.
Allo scadere dei 25 minuti, per cui al suono del timer, bisogna interrompere lo studio e concedersi una breve pausa della durata di 5 minuti

Ogni 4 sessioni di studio è prevista una pausa più lunga.

Per il funzionamento della tecnica è tassativo il rispetto dei tempi, così come è tassativo evitare di distrarsi o di interrompere prima del suono del timer.

La gestione del tempo, sia quotidiana che nel lungo periodo, deve essere coadiuvata da un buon metodo di studio, che risulti funzionale ad un apprendimento produttivo e che si allinei alle personali capacità. Un metodo nell’ambito del quale le potenzialità mnemoniche vengano sfruttate nel modo giusto.

Generalmente gli studenti che si basano soltanto sulla memoria non hanno un buon metodo di studio.

Le tecniche di lettura veloce

La lotta contro il tempo è una delle costanti della vita di uno studente universitario.
Gli esami che si susseguono inesorabili richiedono una gestione impeccabile e ottimizzata delle tempistiche.

La responsabilità più grande degli studenti che frequentano corsi di laurea e post-laurea è gestire il tempo a disposizione in maniera tale da affrontare e superare con successo le prove.

La prima fase relativa all’approccio allo studio riguarda la lettura, il cui obiettivo è prendere confidenza con l’argomento e iniziare con una prima scrematura del testo.

Si tratta di un passaggio che può essere velocizzato attraverso le tecniche di lettura veloce, che consentono addirittura di raddoppiare la velocità di lettura.

La tecnica dei Loci

Nello studio memorizzare è importante purché la memorizzazione sia accompagnata da una reale comprensione di ciò che viene impresso nella memoria.

La tecnica dei Loci utilizzata da Cicerone, il più grande oratore della storia, permette di raggiungere un duplice obiettivo: memorizzare più rapidamente le informazioni e comprenderle più facilmente, in maniera tale che il ragionamento possa essere sviluppato  senza troppe difficoltà.

L’efficacia della metodologia, conosciuta anche come ‘Palazzo della memoria’, si basa sul potere delle immagini, ovvero sulla predisposizione naturale della mente a ricordare con maggiore facilità un concetto associato ad un’immagine.

Nel caso specifico la tecnica consiste nell’individuare un luogo familiare, come ad esempio potrebbe essere la propria casa o il percorso per raggiungere l’università.
Nell’ambito del luogo scelto bisogna individuare un susseguirsi di punti di riferimento, ad ognuno dei quali associare un concetto.

È importante che l’associazione segua un ordine logico, in maniera tale che ripercorrendo mentalmente il percorso in una determinata direzione sia più facile sviluppare un ragionamento.

Ora conosci qualche tecnica per evitare di studiare a memoria; non ti resta che testarle e apprezzarne i benefici per quanto riguarda la qualità dell’apprendimento

Credits immagine: DepositPhoto.com/DmitriyAnaniev

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali