informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Cosa dire in un video curriculum: consigli per realizzare una presentazione vincente

Commenti disabilitati su Cosa dire in un video curriculum: consigli per realizzare una presentazione vincente Studiare a Pisa

Come fare un video curriculum?; cosa dire in un video curriculum e cosa evitare?; come vestirsi e quali sono i dettagli da curare?; come realizzare una presentazione vincente?; come fare colpo sul selezionatore?: a questi e ad altri quesiti cercheremo di dare riposta nel nostro post di oggi.

Prima però è d’obbligo una breve introduzione sulla video candidatura, per capire di cosa si tratta, come funziona e a cosa serve.

Il video cv è un innovativo metodo di ricerca lavoro che ottimizza i tempi e allarga gli orizzonti occupazionali. Nasce negli Stati Uniti dall’esigenza dei candidati di differenziarsi in un mare di concorrenti per attirare l’attenzione dei selezionatori.

Con qualche anno di ritardo lo strumento sta riscuotendo consensi positivi anche in Italia, soprattutto grazie a YouTube.

Ma che cos’è precisamente un video curriculum e quali sono i vantaggi per chi cerca lavoro?

In sintesi potremmo dire che si tratta di un video di presentazione di sé stessi, incentrato prevalentemente sulle proprie competenze, attitudini ed esperienze lavorative.
Per quanto valido ed efficace non sostituisce, almeno per ora, il classico modello di curriculum vitae europeo; rappresenta piuttosto un integrazione o comunque una sorta di approfondimento alle informazioni scritte sul tradizionale foglio bianco.

Numerosi i vantaggi per un candidato in quanto consente di:

  • raggiungere l’azienda selezionatrice in tempi brevi;
  • distinguersi dai candidati che si affidano agli standard dei cv tradizionali;
  • evidenziare le personali doti comunicative;
  • mostrare entusiasmo, professionalità, creatività, ottimismo, ecc.;
  • proporre la propria candidatura anche all’estero, senza spostarsi fisicamente per la fase pre-selezione; è sufficiente realizzare un buon video curriculum in inglese e attendere l’eventuale convocazione per un colloquio di lavoro vis a vis.

In altre parole attraverso la comunicazione verbale e non verbale è possibile esprimere e mostrare dettagli che difficilmente la scrittura riuscirebbe a trasmettere in maniera efficace.

Se da un lato il video curriculum è diventato uno strumento di ricerca lavoro per i candidati, dall’altro rappresenta per le aziende un modo per rivoluzionare la fase di pre-selezione, rendendola più accurata e ottimizzata.
Immaginiamo il compito di un selezionatore che è costretto a leggere centinaia di curriculum prima di effettuare la scrematura per i colloqui. Non è sicuramente piacevole avere per ore davanti ai propri occhi fogli Word pieni di informazioni simili tra loro e frasi ad effetto lette e rilette mille volte.

Immaginiamo allo stesso modo la gioia del selezionatore nel proporre alla propria vista e al proprio cervello la variante di una candidatura integrata da un video curriculum. Finalmente qualcosa di diverso che sicuramente attirerà la sua attenzione e lo predisporrà positivamente a valutare un eventuale colloquio con il candidato, per il solo fatto di essersi differenziato dalla massa.

Naturalmente il video deve essere ben fatto e deve rispettare una serie di canoni, tecnici, qualitativi e contenutistici.

Vantaggi rilevanti sono riscontrabili anche al punto di vista dell’ottimizzazione delle tempistiche.
Grazie al video cv la fase di pre-selezione risulta decisamente più veloce e immediata; allo stesso tempo snellisce notevolmente anche quella dei colloqui.

come fare un video curriculum

Come fare un video di presentazione personale

Per realizzare un video curriculum vincente, professionale e allo stesso tempo efficace, è necessario innanzitutto avere una certa dimestichezza con le tecnologie.

E’ sufficiente una web cam o un dispositivo mobile che consentano di effettuare riprese di buona qualità, sia dal punto di vista audio che video.
Successivamente bisogna avvalersi di un programma di montaggio per ottimizzare il video ai fini di una buona fruizione.

Se non si è particolarmente predisposti a maneggiare strumenti hardware e software il consiglio  è di rivolgersi a un professionista, o in alternativa di scegliere la più economica soluzione dell’amico/cugino/fratello in grado di fare un buon lavoro senza attingere alle nostre esigue finanze da disoccupati.

Qualunque sia la nostra decisione cerchiamo di rendere gradevole la visione e l’ascolto del video; cerchiamo di realizzare registrazioni che trasmettano professionalità, creatività e originalità, e soprattutto che non durino più di 3 minuti; la durata ideale di un video curriculum si aggira intorno ai 2 minuti.
Sono da evitare categoricamente video dal gusto spiccatamente amatoriale, che trasmettono approssimazione e scarse competenze digitali e tecnologiche; rischiamo di offuscare la presentazione e di compromettere seriamente il risultato della candidatura.

Video curriculum creativi e di successo: consigli per fare colpo

Prima di addentrarci nel cuore della presentazione bisogna precisare che, per realizzare un prodotto vincente, non esiste un modello standard da seguire. Ogni ruolo, ogni impiego e ogni realtà professionale ha delle caratteristiche peculiari, esigenze tecniche particolari e dinamiche ben precise.

In alcuni casi può risultare opportuno mostrare professionalità e serietà, in altri evidenziare doti artistiche e creative: la strategia giusta è strutturare la presentazione tenendo ben presente il settore al quale intendiamo approcciarci.

In linea generale per realizzare un curriculum formato video che risulti vincente è fondamentale seguire i seguenti consigli.

Cosa dire

Alla domanda ‘cosa dire in un video curriculum’ rispondiamo con un piccolo elenco che mette in evidenza i punti da trattare:

  1. brevissima presentazione (nome, cognome, età, laurea, master, corsi di aggiornamento…)
  2. competenze professionali ed esperienze lavorative
  3. attitudini, caratteristiche caratteriali e ambizioni professionali
  4. hobby e interessi
  5. conclusione a effetto, ringraziamenti e saluti

Per concludere diciamo che l’impostazione dovrebbe cambiare leggermente in base alle nostre esigenze e aspettative: se ci stiamo candidando per un ruolo specifico dovremmo incentrare la presentazione sulle nostre competenze professionali, in maniera tale che emerga un profilo perfettamente allineato alle richieste dell’azienda che offre il lavoro.

Se invece il nostro obiettivo è trovare un impiego qualunque e non abbiamo particolari aspettative o pretese, l’atteggiamento vincente potrebbe essere quello di puntare su: attitudini ‘interdisciplinari; capacità di adattarsi alle situazioni; capacità di problem solving; predisposizione a lavorare in gruppo e/o in autonomia; disponibilità e flessibilità relativamente agli orari di lavoro, ma senza esagerare 😉

Cosa fare

Anche in questo caso i nostri consigli li abbiamo sintetizzati in un elenco, per favorire una comprensione più chiara e immediata:

  • scegliere per la registrazione una location ordinata, neutra e priva di elementi di distrazione;
  • insonorizzare al meglio la stanza selezionata per la ripresa;
  • vestirsi in maniera adeguata scegliendo un look professionale e sobrio;
  • curare la propria immagine (capelli, barba, make up…);
  • sedersi in maniera composta adottando una postura corretta ma non rigida;
  • mantenere lo sguardo fisso verso la telecamera;
  • mostrarsi spontanei, rilassati e sorridenti;
  • parlare lentamente, scandendo bene le parole.

Cosa evitare

L’obiettivo della presentazione video è fare colpo sul selezionatore fino al punto da indurlo a contattarci per un incontro vis a vis, o eventualmente per un colloquio via Skype.

Cerchiamo quindi di non bruciare l’opportunità di accesso alla fase di selezione vera e propria.

Ecco quindi un elenco sintetico delle cose da non dire e degli atteggiamenti da evitare durante la registrazione di un video curriculum:

  • non eccedere con i colori dell’outfit;
  • non esagerare con scollature, accessori troppo vistosi e trucco multicolor;
  • non ripetere punto per punto le informazioni contenute nel curriculum tradizionale;
  • non trasmettere la sensazione di aver imparato una parte a memoria;
  • non gesticolare troppo con le mani;
  • non assumere posizioni ‘imbalsamate’, rigide e poco naturali;
  • non eccedere con umorismo e battute varie;

Troppe cose da ricordare?

Tranquilli, il trucco è prendere confidenza con la telecamera. Alleniamoci a risultare il più naturali e spontanei possibile.
Se siamo particolarmente timidi possiamo chiedere ad un amico di aiutarci a simulare un intervista nella quale dobbiamo semplicemente abituarci a rispondere alle domande tipiche di un colloquio di lavoro: ci aiuterà ad acquisire sicurezza e dimestichezza con lo strumento telecamera.

In ogni caso è consigliabile visionare più volte la registrazione, magari realizzando una serie di provini dai quali estrapolare errori, sbavature, punti di forza e passaggi da migliorare.

Proviamo e riproviamo fino a quando non otteniamo un risultato che ci soddisfi pienamente.

Invio, diffusione e condivisione del video cv

Una volta confezionato il video presentazione del curriculum vitae bisogna predisporre un’efficace strategia di diffusione, che non può prescindere dalla pubblicazione su YouTube; a meno che non decidiamo di inviare i ‘provini’ su dvd, via posta ordinaria.

Se ci stiamo candidando per un’offerta di lavoro ben precisa il video può essere inviato come allegato, zippato, alla mail contenente il cv tradizionale; in alternativa può essere trasmesso semplicemente il link che lo contiene.

Se il nostro obiettivo è trovare un impiego ‘qualsiasi’, oltre all’invio tramite email è consigliabile:

  • caricarlo sui vari portali e siti online di ricerca lavoro;
  • postarlo sui profili social personali (Facebook, Linkedin, Twitter ecc,);
  • favorire una diffusione il più possibile capillare richiedendo la condivisione da parte dei nostri contatti.

Considerando le incredibili potenzialità del web, le possibilità di farsi notare sono davvero infinite, ma sono soprattutto concrete.

Se sei un neo-diplomato in cerca di un’occupazione part-time che ti consenta di conciliare studio e lavoro; se sei un neo-laureato in cerca del tuo primo, vero impiego; se sei già un professionista lavorativamente attivo e stai cercando un’opportunità più gratificante e promettente; se non appartieni a nessuna delle sopracitate categorie ma desideri semplicemente cercare lavoro a Pisa tutto quello che devi fare è armarti di telecamera.

Il tempo è denaro, quindi affrettati. Inizia subito a registrare il tuo video curriculum e non dimenticarti di renderlo efficace e vincente seguendo i nostri consigli.

In bocca al lupo!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali